La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

I. Phnom Penh 

1. Paronamica su Phnom Penh 

Phnom Penh è la vivace capitale della Cambogia. Situato alla confluenza di tre fiumi, il possente Mekong, il Bassac e il grande Tonle Sap quella che una volta era considerata la “gemma” dell’indocina. La capitale conserva ancora un notevole fascino con molto da vedere. Trasuda una sorta di fascino e tranquillità provinciali con palazzi coloniali francesi e viali alberati nella monumentale architettura angkoriana. Phnom Penh è una vera oasi rispetto alla modernità di altre capitali asiatiche. Un mix di esotica asiatica, la famosa ospitalità cambogiana attende i visitatori nella capitale del Regno di Cambogia. 

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

La città prende il nome dal noto Wat Phnom Daun Penh ( oggi: Wat Phnom o Il tempio della collina ), che fu costruito nel 1373 per ospitare cinque statue di Buddha su una colline costruita a 27 metri di altezza. Queste cinque statue galleggiavano luogo il Mekong in un albero di Koki e una vecchia ricca vedova di nome Daun Penh ( Nonna Penh) le salvò e le pose su questa collina per adorale. Phnom Penh era anche precedentemente noto come Krong Chaktomuk ( Chatumukha ) che significa “ Città dei quattro volti “. Questo nome si riferisce alla confluenza in cui il fiume Mekong, Bassac e Tonle Sap si incrociano per formare una “X” dove si trova la capitale 

Phnom Penh è anche la porta di accesso a una terra esotica: il sito del patrimonio mondiale, il più grande complesso religioso del mondo, i templi di Angkor a ovest, le spiagge della costa meridionale e le minoranze etniche delle province Nord- Orientali. 

2. Quando andare a Phnom Penh 

A Phnom Penh si fa caldo tutto l’anno e la maggior parte delle persone preferisce visitare da novembre a febbraio, quanto le temperature sono più miti e l’umidità non è molto estrema. Anche allora è caldo e piacevole – le temperature raramente scendono sotto i 20 grado centigradi. Le piogge sono più intense da settembre a ottobre, ma di solito questo significa solo brevi scoppi di pioggia nel pomeriggio. 

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Luxury Travel Vietnam

Le temperature sono anche più calde da maggio a ottobre, che vanno dai 71 grado fahrenheit ( 22 grado centigradi ) fino ai 38 grado centigradi ( 100 grado fahrenheit ), specialmente ad aprile e maggio. Anche l’umidità in questo periodo è incredibilmente alta e le giornate possono essere molto scomode/ Il traffico turistico è inferiore durante questo periodo, tuttavia, e il caldo non è insopportabile finché si è preparavi. Lungo la costa almeno catturare la brezza dell’oceano.

3. Le 5 migliori cose da vedere a fare a Phnom Penh 

a. Il palazzo Reale 

Quest’è la residenza del re Sihamoni, ed è il punto focale della città. I visitatori possono visitare solo la sala del trono e alcuni altri edifici circostanti, ma troverete informazioni sulla storia della famiglia reale, alcuni templi interessanti e un meraviglioso cortile. Non è lussuoso come il palazzo di Bangkok ma vale la tassa di ammissione di US$10

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

b. Il museo nazionale  

Il magnifico museo nazionale ospita migliaia di manufatti e opere d’arte. Ci sono più di 5.000 pezzi in mostra con la stragrande maggioranza del periodo Angkor. L’edificio stesso, con le sue camere collegate da un cortile centrale, è anche un capolavoro architettonico. L’ammissione è di US$10 

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

c. Choeung Ek e Tuol Sleng 

Questi sono i capi di sterminio del Khmer rosso. Choeung Ek è una serie di fosse comuni riesumate mentre Toul Sleng è l’ex liceo che il Khmer rosso trasformò in un centro di tortura. L’ammissione a Choeung Ek costa US$6 e il museo costa US$8. Tuttavia, dovrete assumere un autista ( circa US$15 ) per portavi lì, in quanto è di circa 45 minuti. 

d. Phnom Tamao Salvataggio della fauna selvatica. 

Quest’è il più grande centro di salvataggio in Cambogia. Se volete visitare da solo costa US$5 per gli adulti e il viaggio in auto a noleggio costa tra US$30 e US$60 ( la strada è lunga e polverosa, quindi non è consigliabile un tuk-tuk ). Tutti i profitti vanno direttamente agli animali. 

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Flickr

e. La pagoda d’argento 

La Pagoda d’argento ha murales che raccontano la storia del Ramayana. All’interno del parco si trovano cinque stupa, con i due più grandi ad est che contengono le ceneri del re Norodom e del re Udung (i due re più famosi della moderna Cambogia), con una statua del re Norodom a cavallo. È incluso nella vostra ammissione al palazzo reale. 

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

f. Monumento all’indipendenza 

Ogni capitale cambogiana ne ha una, ma il monumento a Phnom Penh è il migliore. Progettato dal famoso architetto Vann Molyvann, è stato inaugurato nel 1958 per celebrare l’indipendenza della Cambogia dal dominio francese e ora funge anche da memoriale della guerra defacto, situato all’incrocio tra viali Norodom e sihaouk, è un importante punto di riferimento della città ed è illuminato della notte. 

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

g. Il mercato centrale 

Costruito nel 1937, questo ziggurat in stile art deco sembra molto fuori posto a Phnom Penh. Un’enorme cupola con quattro ali ( è brutta ), è  un posto meraviglioso dove rifugiarsi dal sole di mezzogiorno. Risparmia i vostri acquisti altrove perché anche quando li contrassi, state ancora pagando un prezzo enormemente gonfiato ma vaghi, fermati per una bevuta e fate attenzione ai borseggiatori! 

h. Il mercato russo 

Popolare tra espatriati e turisti per l’acquisto di DVD piratati, abiti firmati falsi, artigianato e qualsiasi altra cosa che vi possiate mai pensare, questo posto ha preso il nome dai russi che hanno fatto acquisti qui negli anni ’80. Se state cercando di acquistare qualcosa nella città, quest’è il posto giusto per farlo. 

i. il centro cambogiano degli arti dello spettacolo

Quest’è una piccola scuola di danza tradizionale in cui i visitatori sono invitati a guardare gli studenti in formazione o, se allestite in anticipo, si può vedere una performance in costume. Le esibizioni includono danze tradizionali come l’Apsara e la danza rituale Moni Mekala, o pezzi folk con la musica allegra ispirata alla vita quotidiana della Cambogia. I biglietti partono da circa US$20. A volte c’è anche uno spettacolo per la cena! 

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: thoidai

k. Il tempio di Phnom Chisor 

Potrebbe essere un 42 miglia ( 42 chilometri ) dalla città, ma questo tempio situato su una grande collina merita una visita sia per le rovine storiche che per la vista sulla campagna. Aspettatevi di pagare almeno US$ 30 per un tuk-tuk per il viaggio. 

l. Wat Ounalom 

Se non avete ancora stanco dei templi, dai un’occhiata a Wat Ounalom che si trova sulla banchina di Sisowath. È considerato il wat più importante di Phnom Penh ed è la patria di molti monaci. Gran parte di essa fu danneggiata durante il regime dei Khmer rossi, ma rimane il centro della religione buddista cambogiana. Dal terzo piano, ci sono davvero belle viste sul fiume Mekong. L’ingresso è gratuito. 

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Luxury Travel Vietnam

4. Cosa mangiare a Phnom Penh 

a. Il pesce di Amok 

Quest’è probabilmente uno dei piatti cambogiani più famosi!(solitamente) il pesce d’acqua dolce viene fritto brevemente prima di essere avvolto in una foglia di banana, coperto di pasta di curry e cotto a vapore. La salsa è una miscela di pasta di pesce fermentata (prahok), con latte di cocco, zucchero e sale. Servito con riso, questo sarebbe sicuramente in corsa per il piatto nazionale della Cambogia. 

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: kenh14

b. Prahok 

Questa è la famigerata pasta di pesce fermentato e uno dei pilastri del sapore nella cucina Khmer. Un pesce (di solito un mudfish) viene frantumato, salato pesantemente e fermentato prima di essere utilizzato come condimento in altri piatti Khmer o come condimento. Frizzante e salato, il prahok conferisce un sapore unico a qualunque cosa lo usate (E che lo sappiate o no, sarà probabilmente in diversi piatti che proverete in Cambogia!) 

c. Nam Banh Chock 

Questo piatto di spaghetti di riso e curry è un pasto molto popolare in Cambogia. Il curry è preparato con una salsa a base di pesce con pasta di citronella e una spezia chiamata rizoma in inglese o Khchiey in Cambogia. La salsa viene mescolata sopra le tagliatelle di riso e condita generosamente con verdure fresche locali, erbe e persino fiori! 

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Vietair

d. Samlar Kakaou 

Considerato il piatto nazionale (non ufficiale) da molti, questa zuppa è fatta con pasta di pesce prahok, una proteina animale e verdure (ma può anche essere trovata come piatto vegetariano a base di crema di cocco e brodo vegetale). La base della zuppa è composta da varie spezie in un mix chiamato “kreung” (che di solito comprende citronella, scorza di lime, curcuma, scalogno, aglio e peperoncini rossi secchi). Una zuppa deliziosa e saporita, amata dalla gente del posto, non si vorrebbe provare! 

e. Il curry rosso di Khmer 

Un delizioso curry a base di latte di cocco che non è così piccante come il vicino tailandese della Cambogia. Potete trovarlo preparato con pollo, pesce o manzo e cucinato con melanzane, fagiolini, patate, citronella e altre spezie di accompagnamento e servito con pane. Il piatto risultante è sempre gustoso! Questo piatto è solitamente preparato per occasioni speciali come matrimoni o riunioni religiose 

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Beauty Vietnam

f. Lap Khmer 

Questa insalata di manzo marinata al lime è sicuramente più un piatto di manzo che di insalata, ma è comunque una gustosa e saporita specialità khmer. I ristoranti in genere servono l’insalata con il manzo ben fatto, ma molti cambogiani preferiscono che il manzo sia raro quando si prepara il piatto a casa. La carne di manzo è marinata nel succo di lime con scalogno, salsa di pesce, basilico, menta, aglio e peperoni e condita con peperoncini piccanti. 

5. Come girare nel Phnom Penh 

a. Tuk tuk 

I Tuk-tuk sono taxi economici e in realtà sono tutto ciò che serve per spostarsi in città. Sono ovunque e non dovrete mai aspettare a lungo per un passaggio. I viaggi dovrebbero costare tra US$2 a US$5,50 all’interno della città (assicurati di negoziare il prezzo in anticipo). Un tuk-tuk per i Killing Fields e ritorno dovrebbe costare circa US$15. 

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

b. Taxi 

Se state prendendo un taxi per la città o per i campi di sterminio, assicurati che sia misurato o negozia la tariffa in anticipo. Sono più costosi dei tuk-tuk, tuttavia, e sono per lo più inutili. Un viaggio di 2 miglia (3 chilometri) costerà circa US$ 3,25. L’unica volta in cui è davvero necessario prendere un taxi è da e per l’aeroporto. L’aeroporto per l’area di Riverside è di circa $US 12. 

c. Assumere un autista 

Se volete fare una grande giornata di visite turistiche, puoi noleggiare un’auto e un autista per circa US$ 32 al giorno. L’autista vi porterà ovunque vi debba andare e vi aspetterà tra una fermata e l’altra. È conveniente e un buon modo per vedere la città in un tempo limitato. 

II. Siemriep 

La provincia di Siem Reap si trova nella Cambogia nord-occidentale. È il principale centro turistico in Cambogia, in quanto è la città più vicina ai templi di Angkor di fama mondiale (il complesso del tempio di Angkor è a nord della città). Il capoluogo di provincia si chiama anche Siem Reap e si trova nel sud della provincia, sulle rive del lago Tonle Sap, la più grande riserva d’acqua dolce dell’intero sud-est asiatico. Il nome della città significa letteralmente sconfitto Siamese, riferendosi alla vittoria dell’Impero Khmer sull’esercito del regno thailandese nel 17 ° secolo. 

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

 All’inizio del millennio, Siem Reap era una città di provincia cambogiana con poche strutture, strade secondarie minori e poca vita notturna. L’industria del turismo si rivolge in gran parte a robusti backpackers disposti a sfidare la tortuosa strada dal confine thailandese sul portellone di un camioncino locale. C’erano un paio di grandi hotel e una manciata di pensioni economiche. Tuk-tuk e taxi erano inesistenti e il fidato metodo era il mezzo scelto per visitare i templi di Angkor. 

 La vicinanza delle rovine di Angkor ha trasformato Siem Reap in una città boom in meno di mezzo decennio. Alberghi enormi e costosi sono sorti ovunque e gli hotel economici si sono moltiplicati. I valori delle proprietà sono saliti ai livelli europei e il turismo è diventato un’industria vasta e redditizia. Il Siem Reap di oggi è appena riconoscibile dal Siem Reap dell’anno 2000. 

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

Anche se alcuni del precedente fascino sgangherato della città potrebbero essere andati perduti, gli sviluppi degli ultimi anni hanno portato mezzi di sostentamento, se non una ricchezza significativa, a un buon numero di cittadini. Questo è stato un costo per le persone svantaggiate che vivono all’interno e oltre i limiti della città che ora pagano prezzi gonfiati nei mercati centrali e continuano a sopravvivere con l’agricoltura e la pesca di sussistenza scarsamente pagate. Se la Cambogia è un paese di contrasti, Siem Reap è l’incarnazione di quei contrasti. Nonostante il massiccio spostamento delle sue fortune economiche, Siem Reap rimane una città sicura, amichevole e piacevole. C’è una scelta infinita di luoghi in cui soggiornare o cenare e una serie di possibili attività in attesa del visitatore. 

PRENOTA ORA

III. Oudong 

Oudong (trascritto anche Udong o Odong o Udon) nella provincia di Kampong Speu è una cittadina a 40 km a nord-ovest di Phnom Penh. Oudong era stata la capitale della Cambogia prima che il re Norodom la spostasse a Phnom Penh. Si trova alla base della doppia collina Phnom Oudong, che è coronata da storici stupa buddisti, essendo l’attrazione principale di questo aspirante Patrimonio dell’Umanità.

La città rimane indietro mentre villaggi di pescatori e risaie circondano entrambi i lati delle pianure della provincia di Kandal. Quindi, senza preavviso, una montagna sorge sopra tutto, sormontata dalla guglia di stupa come un castello fatato. La strada per Udong è chiaramente indicata e la distanza lungo questa strada per l’ex città è inferiore a 4 chilometri. Capanne da picnic che vendono di tutto, dai dolci frutti di palma ai grappoli di pollo arrostiti intorno alla base della collina.

Ci sono tre nomi per questa collina: Phnom Udong, Phnom Preah Reach Troap e Phnom Edthareus. Il sito comprende le cime di cinque colline: Chetdei, Trai Treung, Chetdei Kampul Buon, Preah Ang Chol Nipean e Ariya Kasaks. Le vette di Chetdy e Trai Treung hanno la stessa altezza. L’area di Phnom Udong è di circa 1.500 metri per 700 metri da est a ovest.

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Vietravel

Da vicino, Udong appare in realtà come due colline coperte da gobba. Il più piccolo è sormontato da santuari e resti della moschea Ta San, costruita da un musulmano Cham su un terreno donatogli allo scopo da uno degli antichi re. Si dice che la collina principale abbia la forma di un naga. Gli stupa sulla collina principale ospitano i resti dei monarchi del passato, tra cui il re Moniyang e il re Ang Duong. Un nuovo enorme stupa alla fine della dorsale montuosa fu completato nel 2002 e costruito per contenere le reliquie del Buddha. Le reliquie, un tempo ospitate in un piccolo stupa vicino alla stazione ferroviaria di Phnom Penh, furono trasferite nel nuovo stupa dal re Norodom Sihanouk e dalla regina Norodom Monineath Sihanouk nel dicembre 2002.

Questo sito è di particolare interesse per i visitatori che desiderano conoscere la storia cambogiana antica. Udong fu la patria di diversi re quando fu la capitale cambogiana tra il 1618 e il 1866 DC. Inoltre, offre più di una mostra di storia antica. In cima alle scale a sinistra si trova la struttura più imponente della città, Vihear Preah Edthareus, santuario del Buddha cubito 18, conserva le cicatrici di pesanti repressioni subite in scontri faccia a faccia tra Khmer Rouge, Lon Nol e truppe americane negli anni ’70. Le otto enormi colonne del santuario si innalzano verso il cielo, il tetto che una volta sostenevano fu distrutto quando le forze Khmer Rosse fecero esplodere il tempio nel 1977. Il braccio e parte di un lato di un enorme Buddha rimangono, e la sua faccia è stata posizionata sul piedi del piedistallo e un santuario moderno costruito intorno ad esso.

Cambodia’s capital from the past till now

Source: pixabay

Tuttavia, la gravità dei combattimenti e l’entità del danno a questo edificio un tempo magnifico non toglie nulla alla sua bellezza inquietante. Le vedute della campagna circostante da tutta la cresta sono mozzafiato, e il silenzio getta un’aria di serenità sul campo di battaglia di un lungo passato di guerra.

IV. Longvek 

Longvek fu la capitale dell’antica Cambogia, per quasi 200 anni in seguito al saccheggio di Angkor da parte dei siamesi nel 1431.

I registri della città raccontano storie sulla strategia di guerra, i riti religiosi, le tradizioni delle culture Khmer Khmer.

Longvek o Lovek (in lingua khmer – “incrocio” o “crocevia”) si trovavano a meno di 50 chilometri da Phnom Penh nell’odierna provincia di Kampong Chhnang. Poco più che un villaggio oggi, Longvek è stato una volta scelto per costruire la città perché il posto era in buone condizioni per proteggere dal nemico.

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Luxury Travel Vietnam

Era circondato da una fitta foresta di bambù larga circa 160 metri e da molti grandi laghi. Longvek è stato costruito in una forma rettangolare con 3 km di lunghezza e 2 km di larghezza. Si diceva che un cavallo forte non potesse correre attorno al campo militare di Longvek e che c’erano statue di Preah Ko e Preah Keo, i due fratelli, considerati figure sacre, custoditi a Longvek.

Più tardi, le statue furono rimosse e portate nel Siam dopo che la città di Longvek fu sconfitta nel 1593.

Ora, i primi scavi archeologici nel sito dell’antica capitale cambogiana di Longvek hanno portato alla luce prove fisiche che la città era un centro commerciale regionale, aiutando a dissipare le nozioni storiche secondo cui la Cambogia ha subito secoli di “età oscura” tra l’era angkoriana e quella moderna.

V. Sambor Prei Kuk

Sambor Prei Kuk , il gruppo di monumenti preangkoriani più imponente della Cambogia, comprende più di 100 templi (prevalentemente in mattoni) disseminati nella foresta, alcuni dei quali sono tra i più antichi del paese. Chiamata originariamente Isanapura, questa fu la capitale dell’alto Chenla durante il regno di re Isanavarman, all’inizio del VII secolo, e continuò a essere un importante centro di studi durante l’epoca di Angkor.

Il complesso principale è costituito da tre gruppi di templi, ognuno racchiuso dai resti di due mura concentriche. La loro pianta di base, con una torre centrale circondata da templi, laghetti e porte, potrebbe essere stata fonte di ispirazione per gli architetti di Angkor cinque secoli più tardi. Molte delle statue originali si trovano ora nel Museo Nazionale di Phnom Penh.

Cambodia’s capital from the past till now

Source: Luxury Travel Vietnam

All’inizio degli anni ’70 Sambor Prei Kuk fu bombardata dall’aviazione americana che ebbe supportato la lotta del governo di Lon Nol contro i khmer rossi: alcuni dei crateri delle bombe, pericolosamente vicini ai templi, si vedono ancora oggi. La zona è stata ripulita dalle ultime mine nel 2008.

Le strutture della zona sono destinate ad accogliere ampi lavori di miglioramento in linea con l’ambizione del tempio a ottenere il riconoscimento di Sito Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO. Presso il nuovo ingresso del sito, vicino al ponte a circa 500 m dalle rovine principali – raggiungibili a piedi –, si trova un gigantesco mercato artigianale che vende krama, cesti e altri articoli realizzati dagli abitanti dei villaggi dei dintorni.

VI. Phnom Kulen 

Il monte Kunlen si trova a nord-est del complesso di Angkor a circa 50 km, ci vogliono circa 2 ore di auto fino alla cima della collina con 487 metri di altezza e l’altopiano si estende per 30 km di lunghezza, è aperto ai turisti nel 1999 da proprietà privata e costa $ 20 pedaggio per visitatori stranieri. La società ha sviluppato la strada fino alla vetta. È possibile salire solo prima delle 11 e scendere solo dopo mezzogiorno, per evitare che i veicoli si incontrino sulla stradina.

Kulen è considerata da Khmers la montagna più sacra della Cambogia ed è un luogo popolare per i visitatori domestici durante i fine settimana e le feste. La collina è stata utilizzata come l’antica capitale II nell’anno 802 d.C. per dichiararsi re divino e ha annunciato l’indipendenza da Giava, dando alla luce l’attuale Cambogia.

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Wikipedia – Jean-Pierre Dalbéra

Sulla cima della collina ci sono 56 templi angkoriani fatti di mattoni e pietre vulcaniche, ma la maggior parte di essi è in pessime condizioni, oggi il nome Hahendrapura, fondato nel regno della base del re re Jayavarman, è rimasto intatto.

I siti visibili ai giorni nostri sono Prasat krau Romeas, Rong Chen (il primo tempio di montagna), Sra Damrei (stagno degli elefanti), Migliaia di simboli fallici hanno scolpito un lungo letto di fegato e diviso in tre porte per gli dei della trinità indù. Queste tre porte utilizzate per il battistero. Sulla cima della collina è possibile vedere una pagoda buddista e una grande statua di Buddha reclinata lunga 8 metri scolpita in un calco di arenaria nel 16 ° secolo.

L’ultimo punto attraente è una cascata, che si divide in due punti la prima cascata ha un’altezza di quattro o cinque metri e 20-25 diametri nelle stagioni secca e piovosa. La seconda cascata ha un’altezza di 15-20 metri e 10-15 diametri nelle stagioni asciutte e piovose.

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Flickr

L’acqua è considerata santa e ai khmer piace imbottigliarla per portarla a casa con loro. La fonte d’acqua alla fine sfocia nel lago Tonle Sap e si pensa che benedica le vie d’acqua della Cambogia.

VII.L’antica città di Koh Ker

Koh Ker era una volta un’antica capitale della Cambogia, situata nel villaggio di Srayong Cheung, comune Srayong, distretto di Kulen, a circa 49 chilometri a ovest della città di provincia. Il complesso di Koh Ker si trova sull’altopiano di Chhork Koki. Fu costruito dal re Jayavaraman IV (928-942 d.C.). Il tempio di Koh Ker è alto 35 metri e il suo design ricorda uno stupa a sette gradini. Il tempio è rivolto a ovest verso la città di Angkor. Fu costruito per adorare Treypuvanesvara, il dio della felicità.

Finora sono stati trovati 96 templi a Koh Ker: Dav, Rumlum Bey, Beung Veng, Trapiang Prey, Dey Chhnang, Srok Srolao, Lingam, Kuk Srakum, Trapiang Ta, Sophy, Krahom, Andoung, Ang Khna, Teuk Krahom, Damrei Sar, Krarab, Banteay Pichoan, Kuk, Kmao, Thneung, Thorn Balang, Rohal, Chamneh, Sampich, Trapiang Svay, Neang Kmao, Pram, Bat, Khnar Chen, Klum, Chrab, Dangtung, Prang, Kampiang …. Questi templi non furono costruiti l’uno vicino all’altro. Oggi, molti di loro non sono più in piedi e alcuni sono sepolti nel terreno. Quelle che seguono sono posizioni e descrizioni di alcuni dei templi di Koh Ker:

1. Tempio di Neang Khmao

Il complesso di Koh Ker si trova lungo un sentiero lungo circa 3 chilometri. Il primo tempio, Neang Khmao, si trova in cima a una piccola collina sul lato est del sentiero. Il tempio, che si affaccia ad ovest verso la città di Angkor, è fatto di arenaria. È alto 20 metri e ricorda uno stupa. La terrazza del tempio è alta 2 metri e divisa in tre ponti. Il tempio è circondato da un bastione di laterite, 44 metri quadrati e 2 metri di altezza. Il bastione ha solo due aperture; uno sul lato est e l’altro sul lato ovest. Il tempio un tempo ospitava lingam e yoni, ma rimane solo yoni. La scultura dell’architrave è stata danneggiata, ma per il resto la maggior parte del tempio è in buone condizioni, mentre quasi i tre quarti del bastione sono in buone condizioni.

2. Tempio di Pram

Circa 700 a 800 metri a nord del tempio di Neang Khmao si trova un altro tempio chiamato Tempio di Pram. Costruito in laterite e arenaria, si trova su una piccola collina circondata da cespugli che bloccano il lingam e l’architrave. Il corpo principale del tempio è in buone condizioni.

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Soure: Flickr

3. Tempio di Chen

Più in basso lungo il sentiero si trova un tempio a tre punte fatto di laterite e arenaria. Si affaccia ad est e si chiama tempio di Chen. All’interno del tempio vi è un pezzo di legname resti di una statua del re Jayavarman IV. Manca una scultura della testa di Garuda sull’architrave meridionale. Il tempio è invaso dalla foresta.

4. Preng Bene

Circa 800-900 metri più avanti, c’è il pozzo Preng, che è simile a uno stagno. Circondato da pietre, è di 20 metri quadrati. La terrazza è alta circa 8 centimetri. L’acqua nel laghetto è limpida e un albero vicino offre ombra ai visitatori stanchi che cercano un posto per rilassarsi.

5. Bastione del tempio di Koh Ker

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Luxury Travel

Un altro chilometro lungo il sentiero è il bastione del tempio di Koh Ker. Lungo 1 chilometro e alto 2 chilometri, è fatto di laterite. Il tempio di Koh Ker è al centro di un bastione, circondato da altri 20 templi. Alcuni dei templi sono:

6. Tempio di Kuk o Gopura

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Luxury Travel

Il tempio di Kuk o Gopura è fatto di arenaria e ha una scultura di petali di loto sul frontone del tempio. Sebbene il telaio della porta sia danneggiato, la maggior parte del tempio è in buone condizioni. Un lingam Shiva che una volta era ospitato all’interno è stato saccheggiato. . Tempio di Prang

Il tempio di Prang è costruito in arenaria e mattoni. Ci sono cinque parti separate di questo tempio. Circa il 70 percento del tempio è ancora in piedi.

7. Tempio di Krahom

Circa 10 metri più in là si trova il tempio di Kramhom (il tempio rosso). Costruito in mattoni e modellato come una piramide a sette livelli, il tempio è decorato con una scultura di petali di loto alta 20 metri. All’interno del tempio, c’è una statua di Shiva alta 3 metri con otto braccia e quattro teste. La statua è sostenuta da una base di 1 metro quadrato. La statua è gravemente danneggiata, rimangono solo alcune parti.

La capitale della Cambogia dal passato fino ad ora

Source: Luxury Travel

8. Tempio di Khmao

Più in basso si trova il tempio di Khmao. Sul muro e sulla cornice della porta del tempio è presente un’iscrizione parzialmente danneggiata. Vicino al tempio c’è una porta di accesso al tempio di Kampiang. Il gateway è una scala di 2 metri. Rimangono alcune sculture di petali di loto, naga a sette teste e garuda.

9. Tempio di Koh Ker

Circa 300 metri più a ovest si trova il tempio di Kampiang o Koh Ker. Da lontano, il tempio sembra una piccola collina, perché è coperto da una foresta. Da vicino, tuttavia, è in realtà uno stupa alto 35 metri fatto di arenaria. Ha sette livelli, ogni livello a circa 5 metri sopra l’altro. Ogni ponte ha una terrazza larga 2 metri e c’è una scala di 55 gradini verso l’alto. Nella parte superiore del tempio, ci sono grandi statue di garuda che sostengono Shiva lingam Treypuvanesvara. Nelle vicinanze, c’è un pozzo di 4 metri quadrati, ora comple.

PRENOTA ORA

Introduzione generale a Luxury Travel Ltd. 

Luxury Travel è sempre al vostro fianco in tutto il modo in cui andate ! Fondata nel 2004, Luxury Travel ha acquisito quasi 15 anni nel settore del turismo. Ci siamo sforzati continuamente per fornire il miglior servizio che abbiamo, per portare la maggior soddisfazione per i nostri clienti.

Se state pianificando le vostre vacanze,  venite con noi e faremo del nostro meglio per realizzare la vostra vacanza nel sogno!

Contattarci

Ufficio Centrale: Via Lac Long Quan, No.456, Distretto di Tay Ho, Hanoi, Vietnam
Phone: (+84) 243 9274120
Email: [email protected]
Hotline: (+84) 1234 68 69 96

Website: https://luxurytravelvietnam.com (Inglese)
https://it.luxurytravelvietnam.com (Italiano)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

DMCA.com Protection Status